Spot a bordo per la Liguria

Uno spot televisivo e cinematografico della Liguria che varchi i confini nazionali e internazionali per promuovere il territorio con ricadute positive in termini di sviluppo socio-economico. Un obiettivo ambizioso quello di Genova Liguria Film Commission - la fondazione della Regione Liguria che si occupa di valorizzare il territorio attraverso la nobile arte del cinema fino alla pubblicità - raggiunto nel 2010 grazie alle tante produzioni, orgogliosamente presentate ieri mattina dal neo presidente Enrico Da Molo e dal direttore Andrea Rocco insieme all'assessore regionale al Turismo Angelo Berlangieri. Rilevanti e positivi gli effetti di tipo economico e occupazionale che ha visto 114 produzioni assistite, 20 film, fiction e cortometraggi, 25 spot pubblicitari, 17 videoclip e programmi televisivi, 17 servizi fotografici, per un totale di 308 giornate di produzione, 3388 pernottamenti, 7260 giornate di lavoro. Numeri che equivalgono a un indotto pari a 4 milioni e mezzo di euro registrato a Cornigliano, dove ha sede Genova Liguria Film Commission, il Cineporto e le 24 aziende audiovisive che assistono e aiutano le produzioni italiane e straniere. «Una scommessa riuscita - ha spiegato Andrea Rocco -. Abbiamo avuto produzioni importanti come la serie televisiva "Fuori classe" che ha scelto Varigotti per l'ultima puntata; puntata che ha registrato 7 milioni di telespettatori. Senza dimenticare i film "Neverland" e "Belle du Seigneur". Un'ottima vetrina dunque. L'appeal sta nel fatto che la Liguria è una regione piccola ma con una grande varietà di situazioni e location sia storiche che naturalistiche poco distanti l'una dall'altra, il che permette di risparmiare su tempi e costi di produzioni».
Le prospettive future sono buone: si parla infatti di attività all'estero, seminari, formazione, collaborazioni con piccoli e grandi comuni e si guarda con attenzione alle produzioni: «Jumping Rocks» il film di Colin Gregg; «Non lo so ancora» con Donatella Finocchiaro e Giulio Brogi; «Alassio 1939» di Stefano Canzio; «La Festa» di Simone Scafidi; alla sit-com «Tutti a Bordo» che verrà girata sulle navi Msc e al lungometraggio «Una canzone per il paradiso» con Gino Paoli e Don Gallo.