Per gli spot elettorali nasce «Obama Tv»

New York - La corsa per la Casa Bianca 2008 segna un altro primato: per la prima volta un candidato presidente ha un suo canale televisivo personale, sul quale trasmettere a ripetizione gli spot elettorali. Barack Obama ha acquistato il controllo del Canale 73, sul network della televisione via satellite Dish, e lo usa per la sua propaganda politica. L'iniziativa è stata portata a termine senza particolari comunicazioni da parte dello staff di Obama e l'ha scoperta il sito Politico su segnalazione di alcuni lettori.

Alla ricerca di ogni nicchia di mercato nella quale inserire spot, gli strateghi democratici hanno compiuto l'insolita mossa: accaparrarsi lo sfruttamento commerciale di un intero canale televisivo, ribattezzandolo «Obama Channel». In questi giorni, il canale ripropone in continuazione uno spot di due minuti nel quale il candidato democratico presenta il proprio programma economico.

La segnalazione sul blog di Ben Smith, un giornalista di Politico che segue i democratici minuto per minuto, ha scatenato i navigatori, con centinaia di commenti. Molti hanno definito l'idea «brillante», ma molti altri sono ricorsi all'ironia e alle accuse, ripetute più volte dai repubblicani, di una faziosità dei media a favore dei democratici: «Che bisogno aveva Obama di un altro canale Tv? Controlla già tutti gli altri, dalla Cnn alla Nbc. McCain ha solo la Fox».

Intanto, mentre i due candidati vicepresidenti Sarah Palin e e Joe Biden si preparavano al dibattito svoltosi nella notte, i due aspiranti presidenti sono tornati ieri in campagna elettorale dopo il voto in Senato del piano «salva banche»: John McCain è partito per Denver, in Colorado; Barack Obama è volato a Grand Rapids in Michigan per un comizio durante il quale ha parlato di economia, tema che fino ad oggi ha giocato a suo favore nei sondaggi. Il Michigan è uno dei cruciali «swing state», uno degli Stati oscillanti tra i due schieramenti che dovrebbero risultare decisivi per l'esito delle elezioni di quest'anno.