Spot di Panariello, ore di proteste a Sanremo

Minaccia di chiudere i negozi e annuncia: «Porterò i fiori dalla Toscana». Poi deve usare il megafono per smentire

da Sanremo

D’accordo, ma era solo uno scherzo. Ieri in corso Matteotti a Sanremo, che per la settimana del Festival diventa il cuore del mondo, è scoppiato il patatrac quando è arrivato un furgone con la scritta «Fiori di Pescia» e Panariello ha cominciato a dire che «via Matteotti rimarrà chiusa al traffico e i negozi del primo tratto dovranno lasciare le saracinesche abbassate per consentire l’allestimento di una speciale coreografia. Coreografia che naturalmente verrà realizzata coi fiori di Pescia, visto che io sono toscano».
Momenti di imbarazzo.
Poi sono arrivate un bel po’ di comparse vestite da operaio, con tanto di caschetto, inscenando un sopralluogo tecnico mentre sui tetti ronzavano alcune telecamere nascoste. Allora l’imbarazzo è diventato rabbia e si sa com’è la gente in Liguria: prima inizia a borbottare a testa bassa e, dai e ridai, alla fine qualcuno sbotta a voce alta.
Così una delle signore più toste ha iniziato a urlare che non ci pensava nemmeno a chiudere il negozio e per di più avrebbe fatto causa alla Rai. Anche il sindaco di Sanremo, Claudio Borea, che sapeva tutto e stava al gioco, è arrivato a chiedere spiegazioni a Panariello. Insomma, si era a un passo dai paroloni perché, oltretutto, per esasperare ancor più gli spiriti, davanti all’Ariston erano state posizionate due foto progetto che mostravano corso Matteotti prima e dopo i lavori. Alla fine il putiferio era tale che Panariello ha dovuto prendere il megafono per annunciare che si trattava di «una bufala» (in realtà ha girato uno degli spot che andranno in onda a fine mese). Nonostante tutto, stamattina la minoranza in consiglio comunale (Forza Italia, An, Lega e Udc) terrà una conferenza stampa per protestare contro «l’incredibile scandalo». D’accordo ma, signori, è solo uno scherzo.
Intanto il Festival è pronto ad accendere le luci. Martedì saranno comunicati i nomi dei cantanti in gara, ma non ancora quelli delle «vallette» o presunte tali. Su di loro c’è ancora un velo misterioso, nonostante sia praticamente certo che saranno Ilary Blasi e Victoria Cabello, accompagnate da cinque top model, famose nel loro mondo ma non ancora nel nostro, che si alterneranno una per sera. Anche sugli ospiti speciali c’è la solita ridda di voci. Paul Newman è confermato per la serata finale, durante la quale potrebbero andare in scena alcuni duetti importanti, come quello di Ramazzotti con Anastacia, di Michael Bublè con Laura Pausini e di Andrea Bocelli con Christina Aguilera. Per il resto, nessuna conferma anche se ci sono sensibili contatti per avere Monica Bellucci o Renée Zellweger.\