Una «sprecopoli» targata Marrazzo

Nonostante i continui richiami alla moralizzazione da parte del governatore Marrazzo, il viaggio del Giornale intorno alle spese della Regione Lazio rivela una realtà profondamente diversa. Dal 2004 al 2006 i cosiddetti «costi della politica» sono aumentati del 17,7% passando dai 162 milioni a oltre 191 milioni di euro. Tra gli incrementi di spesa più eclatanti troviamo quello destinato ai lavoratori precari (più 121 per cento) e quello per le indennità di consiglieri regionali e assessori (si passa dai 15 ai 23 milioni di euro). In vertiginosa crescita anche i fondi per l’Urp: cinque milioni contro il milione e mezzo del 2004.
A PAGINA 39