Sprint di Data Service

Per Piazza Affari l’anno 2006 è partito sotto buoni auspici. Per la terza giornata consecutiva gli indici borsistici registrano incrementi, con un guadagno complessivo prossimo al 2%. Anche l’attività è in aumento, per un controvalore di 4,1 miliardi. A guidare la fase positiva ancora una volta sono i titoli bancari, in due distinti comparti: da un lato i titoli del risparmio gestito, dopo i dati positivi della raccolta di dicembre; mentre cresce l’attenzione per le azioni delle «popolari», alla notizia dell’interesse, da parte della Pop. Emilia Romagna, per la Popolare di Intra; la Intra cresce del 4,7%, Pop. Spoleto del 3,1%, Pop. Sondrio del 2,8%, Etruria e Lazio del 2%. Tra le azioni del risparmio gestito Anima balza del 5,4%, Fideuram cresce del 4,8% e Mediolanum del 3,5%. Nei trasporti non si arresta il raid di Alitalia (più 5,5%), ai rumors su possibili merger con altre compagnie aeree. Ancora fluida la tendenza nel settore energetico, ma in crescita Telecom (più 2,2%) in relazione con le vicende del finanziere Gnutti; in fibrillazione anche i titoli tecnologici, con Fastweb che migliora del 4,3% e Tiscali del 2,8%. Sprint di Data service (più 12,2%), e risveglio di Luxottica(più 2,2%).