Sprint di Google a New York

Borse americane di nuovo in rialzo, dopo un avvio stentato. La ripresa è avvenuta dopo la pubblicazione dell’indice Ism manifatturiero, che ha raffreddato i timori circa un aumento dei tassi da parte della Fed. A New York è stato ieri di scena Google, che migliora di quasi il 4%, dopo l’innalzamento del rating da parte di Credit Suisse First Boston. Il giudizio positivo di Goldman Sachs ha fatto scattare al rialzo anche Best Buy (più 3,3%). Nel settore delle telecomunicazioni risveglio di Nortel (più 5%), per un previsto aumento del giro di affari. La ripresa delle piazze americane ha sostenuto i mercati europei. In Europa la piazza più brillante è stata Amsterdam, in crescita dell’1,88%, con Abn Amro che migliora del 2,8%, mentre a Londra è ripreso l’interesse per i titoli minerari, ma soprattutto per i petroliferi. A Madrid in vista Banco di Bilbao (più 1,3%), mentre crolla del 20% Cff Recycling. A Parigi si impenna Vinci (più 4%) dopo la raccomandazione di Morgan Stanley.