Spunta da un bosco in riva al fiume e senza motivo ammazza tre ragazzi

Come in un horror, di quelli che si vedono al cinema. Eppure stavolta è successo per davvero. Camuffato e armato di fucile un uomo è spuntato all’improvviso dalla fitta vegetazione di un bosco come un cacciatore. Ma non di animali. Nel mirino della sua carabina ha puntato un gruppo di ragazzi. E si è messo a sparare, finché non gli ha visti crollare tutti a terra. Così, giusto per uccidere. Una strage senza senso.
È successo in America, a Nigara, al confine tra Wisconsin e Michigan.
Tre delle «prede», ragazzi di età compresa tra i 17 e i 19 anni, sono morte, centrate senza scampo dalle pallottole, mentre un quarto è rimasto ferito. I giovani si trovavano sotto il ponte ferroviario del Menominee River, proprio sulla riva del fiume. A quanto pare volevano fare un tuffo. Dopo la strage il folle si è consegnato alla polizia ed è ora nelle mani dello sceriffo della Contea di Marinette.