La squadra c’è e presto vedrete i risultati

Caro Sterpa,
nello spirito d'amicizia e franchezza che invochi permettimi di dirti subito che a Milano la squadra di governo c'è e produce risultati. Si tratta di risultati che danno forma all'azione amministrativa del Comune proprio in virtù di una precisa strategia, una visione d'insieme della nostra Città e della sua unicità. Una strategia in grado di guardare avanti – anche oltre la durata di una legislatura, come testimonia l'impegno per costruire la candidatura di Milano a ospitare l'Expo del 2015. Una strategia che non si sottrae dall'affrontare la concretezza dei tanti problemi che toccano la vita quotidiana di chi vive e lavora a Milano, puntando costantemente allo sviluppo del nostro territorio.
È esattamente perché il lavoro di squadra funziona a Palazzo Marino che risulta possibile allargarlo anche all'esterno, a cominciare da partner istituzionali come Regione e Provincia. In forza di questa capacità di fare sistema abbiamo lavorato per attivare uno strumento decisivo come il Tavolo per Milano, un luogo di confronto fortemente voluto dal Comune che ha già prodotto risultati concreti: la decisione del governo di valorizzare Malpensa nel processo di razionalizzazione del sistema aeroportuale italiano, così come l'impegno sulle infrastrutture essenziali per la nostra regione a partire da Pedemontana e Brebemi ne sono la prima testimonianza. Altri risultati importanti di questo lavoro di squadra sono certamente la candidatura milanese per l'Expo e l'impegno per l'Agenzia nazionale dell'Innovazione, che sviluppa una fondamentale funzione di volano per le piccole e medie imprese per le quali la Ricerca e l'Innovazione sono fattori strategici.
Sempre da Milano è partito un progetto che tocca certamente la vita di tanti: mi riferisco al tema della violenza di cui sono vittime le donne, lanciato dal Comune dopo i gravi episodi di questa estate, prontamente raccolto dal governo grazie ai ministri Pollastrini e Mastella e ora trasformato in un Progetto di legge al vaglio del governo (...)