«LA SQUADRA» E IL MAL DI TELECAMERA

Dottore mi aiuti: ho il mal di telecamera. E mi viene quando guardo certi polizieschi dalle immagini ondeggianti, tremolanti, con le inquadrature che ballonzolano, vanno avanti e indietro, a scatti, non so se mi spiego dottore, forse l'ha vista anche lei La Squadra, qualche volta, il mercoledì su Raitre. Ci sono scene che sembrano girate da un operatore con il morbo di Parkinson, sono certo che mi capisce. Cerco di descriverle meglio i sintomi: è un disturbo diffuso che mi prende alla vista, e mi fa girare la testa, e sembra che la stanza mi giri intorno, mi viene anche un po' di nausea e devo guardare da un'altra parte. Allora prendo fiato, ma siccome i polizieschi mi piacciono riprovo e ci butto ancora un occhio, anzi due. Ma dopo un po' è la stessa storia, anzi la stessa scena: ecco la telecamera, o la cinepresa digitale o vattelapesca cos'è e come la chiamano, che sembra viaggiare rasoterra per riprendere qualche dettaglio, e allora mi sembra che devo abbassare anch'io la testa e vado giù giù dalla poltrona fino quasi al pavimento, e per fortuna che è inverno e che in casa ho ancora il tappeto. Poi il regista che sembra affetto da Parkinson, e mi scuso se lo ripeto e lo so che non bisognerebbe prendere in giro certi disturbi, di scatto alza la cinepresa o la telecamera o la digitale o come diavolo si chiama e me la fa ruotare di nuovo prima a destra e poi a sinistra e poi su e giù e io mi sento, spero di spiegarmi, come su un'auto guidata da uno che non sa usare la frizione, e sogno che il divano di casa abbia le cinture di sicurezza perché anche i miei familiari, di sobbalzo in sobbalzo, ho l'impressione che non siano ben sicuri. Dottore io penso che questi della televisione non dovrebbero esagerare con tutte queste inquadrature dall'effetto mal di mare, a meno che sotto sotto non ci sia la lobby delle industrie farmaceutiche che prima o dopo tirerà fuori una pastiglia contro il mal di telecamera e saremo costretti tutti a prenderla, perché non so se ha visto che questa moda si sta diffondendo, e questo nuovo andazzo è molto peggio di quello propagato anni fa da quegli altri maniaci di Target. Lo vedeva Target? Se lo ricorda? Lì sembravano divertirsi un mondo, sempre con la scusa di fare sperimentazione (su noi spettatori-cavie) a girare inquadrature sghembe, di lato, dal basso verso l'alto, e a quel punto tu per rimetterti in asse con le inquadrature ti piegavi di lato e ti flettevi come un giunco sferzato dal vento, e non le dico il torcicollo, per non parlare della figuraccia se entrava in stanza qualcuno e mi vedeva così. Ma adesso con la moda delle riprese alla mal di mare è peggio, molto peggio. Le giuro che firmerei per avere solo il torcicollo, per cavarmela con così poco.