Le squadre non vanno punite, i dirigenti sì

Sul finire dello scorso campionato mi espressi in maniera molto critica su dirigenza, tecnici e giocatori tanto da essere accusato impropriamente di genoanità (che brutta parola, mi da fastidio anche solo scriverla). Ma i fatti mi diedero purtroppo ragione. E i successivi avvenimenti dimostrano quanto si sia dilapidato in quei giorni...
Nell'iniziare questa nuova avventura credo che sia onesto esprimersi a bocce ferme, solo così l'eventuale critica avrà ragion d'essere.
Bene posso trnquillamente affermare che questa nuova Sampdoria, ringiovanita e in gran parte cambiata mi piace molto. Quest'anno Marotta e Asmini si sono mossi bene e Novellino dimostra di essere meglio disposto verso alternative varie. Forse la catastrofe dell'anno scorso è servita...
Quindi, con tutto il cuore, in bocca al lupo immenso eterno amore blucerchiato.