Squillo d’alto bordo con tariffa 3mila euro

La squadra mobile, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla procura della Repubblica, ha arrestato una donna di 37 anni, per aver sfruttato e favorito la prostituzione di giovani studentesse, aspiranti veline e belle ragazze straniere che conducevano una doppia vita. Le escort erano sempre pronte a rispondere alle richieste della maitresse che organizzava gli incontri con manager e professionisti. L’attività si svolgeva negli alberghi di lusso della capitale, con tariffe di 3mila euro per poche ore di lavoro.