Sri Lanka, l'esercito conquista l'ultima roccaforte delle Tigri

L'esercito ha annunciato preso il controllo
dell'area di Pudukuduyirppia. In tre giorni 420 vittime. Il governo: prenderemo Prabhakaran, capo Tamil (<em>foto</em>)

Colombo - L'esercito dello Sri Lanka ha annunciatodi aver preso il controllo dell'area di Pudukuduyirppia, Mullaitivu, ultimo bastione dell'Ltte, l'esercito di Liberazione delle Tigri Tamil. Secondo fonti militari, negli ultimi tre giorni ci sarebbero almeno 420 vittime - non 450 come riferito in precedenza - tra i ribelli nei combattimenti con l'esercito: 250 cadaveri sono stati recuperati solo stamattina a Puthukkudiriruppu. Gli uomini delle divisioni 53 e 58 dell'esercito dello Sri Lanka hanno portato un forte attacco nei confronti delle Tigri, sequestrando armi e munizioni dei ribelli, e uccidendo alcuni leader del movimento separatista cingalese.

A cadere sotto i colpi dell'esercito, anche Gadhafi, il capo della sicurezza del leader Tamil Prabhakaran. Insieme a lui gli altri leader del movimento Theepan, Nagesh, Durgha, Malathi e Viudusha. L'esercito ha annunciato che i militari hanno preso il controllo di tutte le zone dei Tamil, lasciando solo la zona franca per permettere ai civili di abbandonare la zona di guerra.

Con la conquista di territorio di oggi, secondo le informazioni governative, la guerra tra esercito e ribelli Tamil potrebbe andare presto verso la fine. Il conflitto tra esercito e ribelli Tamil dura da oltre 37 anni e ha fatto più di 70 mila vittime, quasi tremila tra i civili dall'inizio dell'anno, secondo l'alto commissario dell'Onu per i diritti civili. Il governo di Colombo ha rigettato tutti gli appelli, anche internazionali, per una tregua, chiedendo solo la resa e il disarmo da parte dei Tamil.

Fonti militari citate da alcuni giornali hanno anche smentito la mediazione indiana, in particolare dei partiti politici del sud, nello stato del Tamil Nadu, per consentire una via di fuga al leader del movimento Prabhakaran e ai suoi generali.

Ma la cattura del leader delle Tigri e di suo figlio che si nasconde con lui, "é solo questione di tempo", ha detto il ministro della Difesa, Gotabhaya Rajapaksa. In un'intervista al quotidiano Asian Tribune poco dopo l'annuncio della conquista di Pudukudirippu, il ministro ha detto che quella odierna è "una delle più grandi vittorie delle forze armate cingalesi".