Viaggio nello Sri Lanka fra cultura, spiritualità e wildlife

La "perla" dell'Oceano Indiano presenta a Bit2015 i suoi tesori naturalistici e culturali dei siti Unesco. Dalle spiagge alle piantagioni di té fino alle colorate feste religiose. Relax sulle spiagge e medicina ajurveda

Spiagge tropicali, splendide meraviglie naturali, un grande patrimonio culturale, spiritualità ma anche sport d’azione e festival tradizionali da vivere intensamente fra tour di scoperta, relax al mare, piantagioni di té. Lo Sri Lanka è una delle più affascinanti destinazioni turistiche internazionali. l'isola copre solo una superficie di circa 65.000 chilometri quadrati e i viaggiatori non hanno bisogno di percorrere grandi distanze per scoprire le sue bellezze. Bellezze che lo Sri Lanka presenta a Bit2015 con una serie di proposte a tema.

Beni culturali

L’isola ha otto siti patrimonio mondiale dell'Umanità Unesco, che è possibile visitare nell’arco di una settimana. C’è la storica città di Galle nel sud dell'isola, con la sua famosa fortezza del periodo coloniale olandese. Nel cuore dell’isola, nella giungla montuosa, Kandy, regno nascosto e capitale religiosa; il gigantesco monolite con la reggia di Sigiriya e gli splendidi pitture; le antiche città di Anuradhapura e Polonnaruwa; il tempio a forma di roccia di Dambulla; la Riserva di Sinharaja Forest e gli altopiani centrali.

Festival

Quasi tutte le principali confessioni religiose del mondo sono rappresentate e i festival si susseguono dando nuova vita alle antiche tradizioni e alle pratiche spirituali degli isolani. Di grande rilievo l’Aluth Avurudda, il Festival di Capodanno Induista e Buddista che si tiene ad aprile. Per due giorni la vita si svolge per le strade, con musica, fuochi d'artificio e ottima cucina. Il festival Vesak si svolge a maggio ed è la festa più importante dei Buddisti, segna il primo mese dell'anno buddista. Strade e case vengono decorate con lanterne ornamentali: un mare di luci. Al Festival di Kandy (luglio/agosto) i viaggiatori possono immergersi nel passato medievale dello Sri Lanka: antichi costumi, danze vivaci, musica ed elefanti decorati scatenano la bellezza della ricca tradizione dell'isola.

Spiritualità

Il Buddismo si scopre fra templi e luoghi di preghiera e pellegrinaggio, immersi nell’atmosfera dei cingalesi. Una delle reliquie più importanti del buddismo, un dente molare santo, è conservato nel tempio del Dalada Maligawa in Kandy. I visitatori possono partecipare alle poojas quotidiane (cerimonie di preghiera) e una volta all'anno un magnifico corteo è dedicato alla reliquia sacra. Un altro importante luogo di pellegrinaggio è il Picco di Adamo, montagna sacra per buddisti, indù, cristiani e musulmani. Spettacolare la salita nottturma fino al tempio sulla vetta dove si attende l’alba: immagine indimenticabile.

Ayurveda & Spa

Il benessere per tutti i sensi è parte della tradizione: l’Ayurveda, la medicina indiana con 2000 anni di storia, è molto popolare e i visitatori provenienti per i trattamenti ayurvedici, molto spesso diventano repeater. Chi non ha il tempo di soggiornare due o tre settimane nei luoghi di cura, può comunque provare massaggi ayurvedici, meditazione, lezioni di yoga o spa in molti hotel. Tra i più famosi resort ayurvedici Barberyn Reef Resort in Beruwela, il primo hotel specializzato nei trattamenti ayurvedici nel 1984, e l’hotel dello stesso gruppo Barberyn Beach (www.barberynresorts.de) in Weligama, Lawrence Hill Paradise (www.ayurvedakurlaub.de) sotto la direzione tedesca e Lanka Princess (www.lankaprincess.com).

Natura & Wildlife

Lo Sri Lanka è un paradiso per gli amanti della natura: dal whale watching nel punto più a sud di Dondra Head, all’incontro ravvicinato con gli elefanti nel Parco Nazionale Minneriya oppure una spedizione nella foresta pluviale di Sinharaja: la biodiversità dell'isola è mozzafiato. Il 13% dello Sri Lanka è occupato da parchi nazionali, riserve, santuari e dalla giungla. Un safari in uno dei 14 parchi nazionali permere di scorgere alcuni dei 91 mammiferi (16 specie endemiche): elefante, leopardo, orso giocoliere, sambhur, cervo maculato, maiale, topo, cervo latrante, cinghiale selvatico, istrice, formichiere, civet cat, loris, scoiattolo gigante e scimmie, come il macaco, il langur dalla faccia viola e il langur grigio. L'isola è anche un paradiso per gli ornitologi, con oltre 233 specie residenti, (33 endemiche), ma le specie migratorie fanno lievitare il numero a ben 482. Ci sono 171 specie di rettili (101 endemiche, tra cui due specie di coccodrillo). E il whale watching nelle acque turchesi consente di avvicinare la balena blu e il capodoglio. Punti di osservazione delle balene sono Kalpitya sulla costa nord occidentale, Mirissa a sud e Trincomalee sulla costa orientale. Il periodo consigliato per i safari marini è da novembre ad aprile. Gli eco-resort Kandalama (www. www.heritancehotels.com/kandalama), Ranweli Holiday Village (www.ranweli.com), Tea Trails Bungalows (www.teatrails.com), Vil Uyana (www.jetwinghotels.com), e Cinnamon Wild (www.chaayawildresort.com) sono il punto di partenza per esplorare la natura e la wildlife.

Sport e avventura

Con oltre 1.600 km di costa, lo Sri Lanka è un luogo ideale per windsurf, sci nautico, surf, vela, immersioni subacquee (compresi wreck-diving), snorkeling e altro. Oltre 100 fiumi, lagune e "serbatoi" (laghi di irrigazione), consentono di praticare tutto l'anno kayak o canoa. Il Kelani Ganga vicino Kitulgala ha sorgenti veloci e rapide ideali per il rafting. Paesaggi diversi, fauna selvatica e siti archeologici offrono ottime opportunità per escursioni e trekking. I percorsi naturalistici comprendono la foresta pluviale di Sinharaja, la foresta pluviale di Horton Plains, i Knuckles (catena montuosa), e la Riserva Naturale Hakgala Strict.