Ssangyong Kyron è la 4x4 rivelazione

Per il Suv coreano turbodiesel da 141 cv e listino interessante

Massimo Mambretti

da Ivrea (Torino)

Il secondo modello della nuova era SsangYong è un’atletica Suv che si chiama Kyron. Un nome che, in una sorta d'esperanto, sintetizza il termine greco «kai» e quello inglese «run» che, rispettivamente, significano «infinito» e «correre». La definizione indica quali sono le ambizioni dell’ultima nata tra le 4x4 coreane: quelle di muoversi con naturalezza in ogni condizione. Da un lato, la Kyron assolve questo compito confidando, soprattutto, sulla vitalità del nuovo turbodiesel common rail di 2 litri da 141 cv. Un 4 cilindri estrapolato dall’analoga unità, ma a 5 cilindri, d’origini Mercedes di 2.7 litri che spinge la più grossa Rexton. Da un altro lato, puntando sia su un aspetto, un equipaggiamento e un comportamento su asfalto di stampo automobilistico sia su un’indole da vera off-road, dovuta al telaio a longheroni e al sistema di trazione integrale part-time con ridotte. Una serie di caratteristiche che definiscono una personalità al passo coi tempi, confermata anche dall’allestimento delle due versioni offerte in Italia dal gruppo Koelliker. Alla base dell’offerta si colloca la Xdi Plus, che già prevede anche importanti dispositivi come l’Esp, l’Arp ovvero il sistema antiribaltamento e l’Hdc, ossia il dispositivo che gestisce la velocità in discesa. Kyron è proposta a 26.500 euro, cifra che sale a 29.500 nel caso della Xdi Premium che offre, in più, l’automatismo per il climatizzatore, i sensori di parcheggio, la selleria rivestita in pelle, i cerchi in lega da 18” anziché da 16” e gli Airbag a tendina anteriori e posteriori in aggiunta agli anteriori. L’aspetto della Kyron si definisce su stilemi particolari, in parte ispirati a quelli dell’altra novità 2005 di casa SsangYong: la monovolume Rodius. Come questa vettura anche la Kyron vanta una linea molto personale, quasi inconfondibile da qualsiasi parte la si osservi, che trasmette un’immagine atletica.
L’aspetto dell’abitacolo è in sintonia con quello dell’esterno: l’ambiente razionale e moderno. Si attesta su canoni altrettanto attuali la silenziosità riscontrabile sempre all’interno. Su strada questa vettura mette in mostra un comportamento affidabile e una discreta agilità.