St Moritz, dove la tradizione si fonde con il lusso discreto

Chic, elegante ed esclusiva, con un'atmosfera cosmopolita, la regina delle nevi è da sempre un evergreen. Panorami mozzafiato raffigurati da picchi imponenti, laghi ghiacciati e una vallata baciata dal sole per ben 322 giorni all'anno rendono St Moritz uno dei luoghi più hot al mondo. Da quasi 150 anni luogo prediletto dell'high society internazionale, vanta un'atmosfera magica permeata da fascino unico, shopping raffinato e un comprensorio sciistico per veri intenditori. Si, perché qui siamo nella fuoriclasse delle mete invernali. Ed un weekend non basta affatto per assaporare tutto il ricco panorama di attività indoor e outdoor, tutte vissute con uno charme discreto e mai esibito.
Ad iniziare dalle lezioni di yoga e sci, un'esclusiva del Kronenof Hotel (dal 6 al 9 febbraio e dal 27 al 30 marzo pacchetti a 1.000 euro circa comprensivi di mezza pensione, skipass, lezioni sulle piste e nella spa), sulle discese del Corviglia. Guidati da Sabrina Nussbaum, direttamente sulle piste, si fa una full immersion di yoga e sci per riequilibrare in perfetta armonia corpo e spirito. Ritemprata l'anima, si fa sosta al Piz Nair, quota 3057 e vista magnifica su tutta l'Alta Engadina e si pranza al Panorama con champagne, carpaccio di cervo e rösti.
Dopodiché i più temerari optano per la lezione di arrampicata sul ghiaccio. Niente di scontato, ovviamente. Servono nervi saldi e un'ottima forma fisica per scalare con ramponi e picozze pareti rocciose ghiacciate nelle gole profonde di Pontresina che solo a guardarle incutono timore. A questo punto il curling, il pattinaggio e l'hockey sembrano davvero sport da dilettanti, anche se qui i posti dove praticarli sono davvero tantissimi. Per chi cerca un posto esclusivo, si va alla pista di pattinaggio del Kulm Hotel, proprio ad una manciata di metri dal Cresta Run, un'istituzione qui a Saint Moritz. (www.cresta-run.com). L'elitario club inglese, riservato agli uomini, sulla cui discesa con skeleton si possono tranquillamente raggiungere i 140 kmn/h, prevede comunque un corso base cui è possibile accedere.
La notte è giovane qui a St Moritz. La festa più cool è sicuramente la Private Corvatsch Night. Due le date da segnare in calendario: il 15 febbraio e il 5 aprile. Imperdibili le discese in notturna sulla pista da sci più lunga della Svizzera e il dinner al leggendario Hossa Bar, un must per l'après-ski, a base di fondue e raclette.
Goloso, ed irrinunciabile per tutti i food lovers, il Gourmet Festival (www.stmoritz-gourmetfestival.ch/en/) dal 27 al 31 gennaio: 8 master chef danno vita ad una delle più ambite kermesse in ambito culinario che si conclude con il Gran Finale nella tenda VIP installata sul lago ghiacciato di St. Moritz (pacchetto Kulm Hotel 2 notti comprensivo di 2 cene gourmet, skipass, e personal trainer da 895 euro).
E sul lago si va pure al galoppo e si assiste a due degli eventi mondani più in della stagione invernale. Il primo, la Polo World Cup, (www.polostmoritz.com), dal 30 gennaio al 2 febbraio, è il mitico appuntamento in cui 4 squadre si contendono l'ambito Cartier Trophy, nel più antico sport di squadra. Il secondo, il White Turf (www.whiteturf.ch) eccitante ed emozionante, va in scena dal 9 al 23 febbraio e promette di essere, come sempre, adrenalina pura. Si assiste alla corsa ippica più spettacolare, lo skjioring, la più pericolosa dopo le gare con le bighe romane. Niente selle né calessi per i fantini: solo sci ai piedi dietro a cavalli che sfrecciano a pazza velocità sul ghiaccio.
Per respirare lusso e coccole a 5 stelle si sceglie il Kronenhof (www.kronenhof.com, pacchetti 3 notti, incluso ski pass da 1.000 euro a persona) a Pontresina, uno degli avamposti del neobarocco, con Spa gioiello di Justus Dahinden e cene stellate alla Kronenstübli o in alternativa il Kulm (www.kulm.com, pacchetti 3 notti, incluso skipass da 990 euro a persona), nel cuore di St Moritz, per la faraonica Spa, comprensiva di private spa room, per il Marmotte Club, dove i piccoli ospiti hanno a disposizione un concierge personale e per il Sunny Bar, ritrovo del jet set e dei bobbisti più temerari del Cresta Run.
Per informazioni sulla località: Svizzera Turismo, www.myswitzerland.com.