Stadio delle Terme un percorso contro la violenza

Una due giorni all’insegna dello sport, con la mente pronta a soffermarsi alla denuncia, attraverso la pratica sportiva, di ogni forma di violenza, dai maltrattamenti subiti dalle donne in ambito domestico all’orrore della guerra. È quanto offre «Sport Against Violence», iniziativa in corso di svolgimento a Roma ideata dalla Onlus nessunotocchiledonne e dal gruppo sportivo Baghdad Marathon, in collaborazione con l’Associazione italiana cultura e sport. L’idea propone ad appassionati di sport e anche a semplici sostenitori delle tematiche denunciate un programma fitto di appuntamenti: esibizioni e gare di bambini (un quadrangolare di calcio a 5, un saggio di ginnastica artistica e alcune sessioni di atletica), lezioni gratuite di danza del ventre, prove libere con istruttori di tiro con l’arco, hockey su prato, rugby, fitwalking e nordic walking. E ancora archeowalking, passeggiate con archeologa alla scoperta delle bellezze intorno allo stadio delle Terme (Circo Massimo, Palatino, Celio, SanGregorio, Arco di Costantino e Colosseo), il tutto miscelato a un approfondimento sulla cultura irachena e a gare di atletica per adulti. Da non tralasciare inoltre la presenza di stand con materiale informativo sulle campagne di sensibilizzazione che nessunotocchiledonne Onlus e Amnesty stanno lanciando sulla violenza domestica, sulle attività di Donna Tv, la prima web tv dedicata alle pari opportunità, e di Solidea, Istituzione di genere della Provincia di Roma.