Stadio illuminato a giorno. Di giorno

Tempo fa scrissi al Giornale per denunciare l’illuminazione diurna continua dei luoghi di passaggio interni dello stadio calcistico di Marassi anche in totale assenza di spettacoli sportivi. Nulla è cambiato da allora come tutti possono osservare costeggiando lo stadio in pieno giorno. Le luci brillano al sole in locali deserti. Il 2 novembre ho scoperto che nella solenne struttura metallica che incappuccia il monumento ai Mille di Quarto, chiusa e senza un’anima viva che vi lavorasse, brillavano al sole altre decine di tubi fluorescenti, monumento non a Garibaldi ma allo spreco energetico. E poi non passa giorno senza un serioso (e giustificato) invito a non sprecare energia elettrica. Io devo cambiare frigorifero per risparmiare l’energia che i gestori di attività pubbliche sprecano. Sono sicuro che anche questa volta, come la precedente, nessuno prenderà provvedimenti e quelle luci inutili continueranno a brillare e a consumare energia. E al diavolo il petrolio a 100 euro/barile, la CO2 e il protocollo di Kyoto.