Una staffetta per l’allattamento al seno

Al Sanit il tour delle mamme che allattano per riscoprire il valore e l’unicità del gesto. Ieri tra le manifestazioni che hanno concorso alla giornata inaugurale del Sanit, il forum della sanità che si svolge ormai puntuale dal 2004, è partita la «staffetta» per l’allattamento organizzata e promossa dall’associazione Salvabebè-Salvamamme con la convinzione dell’importante risvolto medico, psicologico e sociale dell’allattamento al seno e dell’unicità del latte materno e del rapporto che si stringe tra madre e figlio durante l’allattamento. Fino a venerdì, quindi per 48 ore si alterneranno mamme che allatteranno in pubblico il loro figlioletto. E la specificità di questa iniziativa è presto detta. «Contro questo atto paradossalmente si riscontra, talvolta, un atteggiamento di intolleranza se non di ostilità: l’allattamento al seno in pubblico a volte incontra pure palese insofferenza come testimoniato da alcuni recenti fatti di cronaca. Diversamente - sostiene il consigliere regionale Isabella Rauti (PdL) membro dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale del Lazio - il corpo della donna sempre meno vestito diventa invece oggetto cult. Con la nostra staffetta vogliamo sottolineare che i diritti alla maternità ed all'infanzia sono fondamentali e ineludibili e le Istituzioni hanno il dovere di garantirli. Come donna e madre, prima che come rappresentante delle Istituzioni, ne avverto tutta l'urgenza e l’importanza. Come consigliere regionale intendo testimoniare la vicinanza delle Istituzioni rispetto al valore sociale della maternità».
E a conclusione della due giorni ossia venerdì prossimo a sostegno dell’iniziativa partirà dalla sede del parlamentino regionale in via della Pisana il «Camper Bebè» che porterà aiuto concreto a mamme italiane e straniere in difficoltà: si tratterà di distribuire materiali per la prima infanzia (latte in polvere, pannolini, corredini). Inoltre l’associazione Salvabebé-Salvamamme con il contributo della Regione ha pure attivato un servizio telefonico ( 0635404351 attivo dal lunedì al venerdì e dalle 10 alle 13) per quelle mamme in difficoltà che vorrebbero un piccolo aiuto per acquistare abitini e scarpine per i loro bambini. Chi telefona comunicando taglia e numero di calzature potrà prenotare un completino gratis.