Gli stakanovisti del fatidico sì "Sposarci è la nostra passione"

L’ultimo, in ordine di tempo è il giocatore tedesco Lothar Matthaus,
convolato a nozze con la 21enne Liliane. Per lui è la quarta volta

Il numero che ritorna è il quattro (ma si può fare di meglio). La costante: una differenza d’età con il nuovo compagno che spesso supera i vent’anni. Basta poco per entrare nel club dei forzati del matrimonio, quelli che non si arrendono mai e tentativo dopo tentativo collezionano fedi nuziali nella speranza (forse) di trovare il vero amore.

L’ultimo acquisto è stato l’ex capitano della nazionale Lothar Matthaeus, già campione del mondo con la Germania a Roma e Pallone d'oro nel 1990, giunto al quarto sì lo scorso tre gennaio. A 47 anni, l’attuale allenatore del club israeliano Maccabi Netanya ha infatti sposato la bellissima 21enne Liliane, conosciuta a Monaco di Baviera. Così, con una cerimonia che la Bild ha definito assolutamente «non kitsch, ma molto romantica», l’ex giocatore del Bayern Monaco, si è unito a pieno titolo all’ampia tribù di habitué dei fiori d’arancio.

Il record assoluto, ovviamente, spetta a Liz Taylor. L’attrice dagli occhi viola ha infatti totalizzato otto matrimoni e sette mariti. La fortuna di portarla due volte all’altare è toccata all’attore inglese Richard Burton, mentre l’ultimo a infilarle la fede al dito è stato l'operaio edile Larry Fortensky, dal quale l’attrice divorziò nel 1996 dopo appena quattro anni di matrimonio. Le cronache rosa gliene attribuirono addirittura un nono, alla «verde» età di 74 anni, che però fu smentito poco dopo.

A sfidare il record della Taylor ci ha provato quindi la danese Brigitte Nielsen. La giunonica attrice, che vanta tra i suoi mariti Sylvester Stallone e il pilota Raul Meyer, si è infatti sposata nel 2006 per la sesta volta, con un barista italiano di 15 anni più giovane. Alle nozze celebrate in un lussuosissimo albergo di Malta - dopo che un primo tentativo ai Carabi, l'anno prima, era stato annullato perché la donna risultava ancora sposata con il pilota Raul Meyer - non poteva ovviamente mancare Ivana Trump, testimone di nozze della sposa. La fotomodella divenuta celebre grazie alle nozze con il magnate Donald Trump, non solo ha anche lei ben quattro matrimoni alle spalle, ma condivide con Brigitte Nielsen una spiccata predilezione per gli uomini italiani più giovani.

Come Rossano Rubicondi, naufrago dell'ultima edizione dell'Isola dei famosi, dal quale si è appena separata dopo una seguitissima «soap»: l’uomo l’avrebbe infatti tradita durante il reality con la bella modella di origine argentina Belen Rodriguez. Anche se pare che il divorzio fosse stato deciso già prima.

Chissà, forse Ivana Trump seguirà l’esempio dell’attore inglese Ben Kingsley, premio Oscar nel 1982 per l’interpretazione di Gandhi, convolato a nuove nozze (ancora una volta le quarte) con una brasiliana 34enne dopo aver scoperto da alcune foto pubblicate su internet un tradimento della sua penultima moglie.

Spesso, d’altra parte il conto da pagare per passare da un matrimonio all’altro è salato. Roger Moore, il più celebre interprete di James Bond dopo Sean Connery, prima di poter portare all’altare la svedese Christina Tholstrup all’età di 72 anni, ha infatti dovuto pagare 20 miliardi alla moglie italiana Luisa, da cui aveva divorziato nel 1995 dopo 27 anni di matrimonio.

Senza contare i costi della cerimonie per cui in tanti non badano a spese. Charlie Sheen,protagonista del Platoon di Oliver Stone, ha regalato uno splendido anello da 11 carati del valore di 500mila dollari alla neosposa Brooke Mueller. Altri, come la cantante Anna Oxa, scelgono invece una sobrietà persino esagerata: abito nero anche per la sposa in occasione delle nozze con Marco Sansonetti, ex guardia del corpo con la metà dei suoi anni divenuto da poco il suo quarto marito

Infine, a nobilitare la tribù dei «collezionisti di fedi nuziali» è arrivato di recente un nome di eccezione: il presidente francese Nicolas Sarkozy, che ha trovato la sua Carlà al terzo tentativo. I due innamorati più famosi di Francia, convolati a nozze due mesi e mezzo dopo essersi conosciuti a casa di un famoso pubblicitario, hanno monopolizzato le cronache rosa, complici anche le schermaglie con l'ex premiere dame Cécilia. E il matrimonio con Carlà ha regalato a Sarkozy un doppio record: è stato il primo capo dello Stato a divorziare durante il suo mandato e l'unico, almeno sotto la Quinta Repubblica, a sposarsi all' Eliseo.