Stampa estera / 2 L’analisi di «Figaro»: per il Cav un nuovo «lascia o raddoppia»

Tra i giornali stranieri in pista sul «B-day», c’è anche le Figaro che ieri ha affrontato la crisi italiana con l’editoriale titolato «Per Berlusconi un nuovo lascia e raddoppia»: per il quotidiano francese se il premier dovesse passare il voto di fiducia «anche di un soffio, avrebbe le mani libere per riprendere l’iniziativa politica, fare un rimpasto, allargare la maggioranza o chiedere al presidente di convocare le elezioni». Il giornale parla del voto come di un «momento di verità» per Fini e mette all’angolo Italo Bocchino: il 2 dicembre era certo di trovare 317 voti: «Esortazione che sembra smentita dai suoi sostenitori».