La stampa di sinistra scopre Bush e l’Onu

La stampa di sinistra accoglie in ordine sparso la notizia della tregua e dell’invio delle truppe Onu in Libano.
Liberazione, il quotidiano del Prc, titola in prima pagina: «Dopo tanti anni è tornata l’Onu». L’idea dell’intervento armato sotto l’egida delle Nazioni Unite, e non dell’odiata Nato, evidentemente piace, tanto da evidenziare a pagina 3 che sarebbe stato proprio Prodi a chiedere un mandato chiaro per i caschi blu. Una linea lontana da quella dei «ribelli» con la bandiera arcobaleno che non mancano nel partito. Più prudente il Manifesto nell’evitare mal di pancia pacifisti, l’editoriale di Rossana Rossanda si accontenta di un titolo neutro: «Un primo passo». Nel testo invece si alternano le bacchettate alla sinistra radicale e i dubbi sul Palazzo di vetro.
L’Unità invece apre la sua prima pagina con: «La tregua c’è. Come difenderla?». Sommario e pagine interne puntano invece su Bush, finalmente diventato simpatico e citabile perché parla con Prodi e dice: «Italia coraggiosa».