Stampare in casa come in laboratorio Alcuni modelli copiano anche su Dvd

da Milano

Uno dei grandi vantaggi offerti dalla stampa digitale è indubbiamente la possibilità di stampare subito le immagini rimanendo comodamente seduti a casa. Rispetto a qualche anno fa le stampanti fotografiche hanno compiuto passi da gigante sia in termini di prestazioni, sia per la facilità d’uso. Gli utenti più sofisticati possono ad esempio scegliere un prodotto all’avanguardia in termini tecnologici come la Pixma iP5000 di Canon (nella foto), la prima capace di realizzare gocce di inchiostro della misura record di 1 picolitro. Questa stampante, che raggiunge una risoluzione massima di 9600x2400 dpi, può riprodurre immagini anche su Cd e Dvd. Costa 219 euro.
Vero e proprio laboratorio fotografico è invece la nuova Stylus Photo RX700 di Epson. Con questa multifunzione è possibile ottenere una superiore qualità fotografica e alte prestazioni di scansione attraverso una serie di caratteristiche che permettono di acquisire anche diapositive e negativi utilizzando il pratico e funzionale display Lcd da 2,5 pollici. Costa 396 euro. Interessante è anche la recente proposta di Lexmark con la sua P6350. Studiata appositamente per essere facilmente utilizzata da chiunque, consente di rendere più belle le foto attraverso la correzione automatica dell’immagine, il bilanciamento dei colori e l’eliminazione automatica del fastidioso effetto occhi rossi, operando direttamente sulla stampante. Costa 149 euro.
Infine, chi ama la versatilità assoluta anche in vacanza può scegliere un prodotto portatile come la Spp 2040 di Samsung. Si tratta di una stampante a sublimazione ultra compatta, facile da trasportare con una velocità di stampa inferiore al minuto. Dotata di un lettore di schede flash 7-in-1 e di un display LCD può tranquillamente essere utilizzata anche senza computer: prezzo 249 euro.