Stanca e Bracco vincono la partita

È partita dopo un anno di polemiche Expo 2015, la società di gestione dell’Esposizione universale che durerà sei mesi, ma ha acceso appetiti e scontri sin dal momento della candidatura di Milano e poi dal successo contro Smirne ottenuto da Letizia Moratti (nella foto) il 31 marzo 2008. Il sindaco, che aveva avuto accanto a sé Paolo Glisenti durante la prima fase, lo avrebbe voluto come amministratore unico della società, per sveltire le procedure, evitare eccessive interferenze della politica e controllare più da vicino i lavori. Ma il nome di Glisenti ha scontentato un po’ tutti, dal presidente della Regione, Roberto Formigoni, al ministro dell’Economia, Giulio Tremonti. L’ultima parola è arrivata durante un vertice ad Arcore nel febbraio scorso, a cui hanno partecipato tutti i protagonisti della vicenda. Si è deciso che a ricoprire l’incarico di amministratore delegato fosse l’ex ministro ed ex manager dell’Ibm, Lucio Stanca. Accanto a lui, come presidente, la leader di Assolombarda, Diana Bracco.