Standard & Poor's: allarme debito

L'allarme dell'agenzia di rating: "La debolezza strutturale delle finanze pubbliche italiane lascerà il
deficit italia intorno al 3% almeno fino al 2010 a meno che il governo non metta a segno un
controllo della spesa ancora più vigoroso"

Roma - Standard & Poor’s conferma il rating ma lancia l’allarme debito per l’Italia. Secondo l’agenzia di rating Usa il Paese continuerà a mantenere un debito intorno al 106% nel 2007. Nella nota in cui conferma il rating, Standard & Poor’s fa comunque notare che l’alto livello del debito in Italia e il carico di interessi che ne derivano continueranno a limitare in maniera significativa la flessibilità nel lungo periodo. "La debolezza strutturale delle finanze pubbliche italiane - si legge nella nota - lascerà il deficit italia intorno al 3% almeno fino al 2010 a meno che il governo non metta a segno un controllo della spesa ancora più vigoroso".