Standard & Poor's promuove il Comune, rating A+: "liquidità solida"

L'agenzia internazionale afferma che il rating riflette
l'attuale posizione di liquidità del Comune di Milano che "consideriamo molto
forte e la nostra attesa in merito alla sua adeguatezza nei prossimi
anni"

Standard & Poor's conferma il rating del Comune di Milano ad 'A+' per effetto della sua liquidità solida ma le prospettive rimangono negative. Lo si legge in una nota dell'agenzia internazionale, in cui si precisa che il rating riflette l'attuale posizione di liquidità del Comune che "consideriamo molto forte e la nostra attesa in merito alla sua adeguatezza nei prossimi anni". Standard & Poor's ritiene quindi che Milano abbia una liquidità solida, sebbene ridotta rispetto al 2009 per via del rimborso del bond A2A (334 milioni di euro) a dicembre 2009. Le giacenze di cassa a fine agosto sono stimate a 992 milioni di euro di cui 60% vincolato ad investimenti. La liquidità libera è stimata coprire il servizio del debito annuale 2010 per 1,3 volte. Milano beneficia di una linea di credito presso il proprio tesoriere, Intesa-SanPaolo, per un ammontare pari al 25% delle entrate correnti, finora mai utilizzata. Standard & Poor's si attende che la posizione di cassa del Comune resti abbastanza stabile, con una giacenza media di 800 milioni di euro nel primo semestre 2011.