Stangata Ecopass, niente sconti La spuntano solo i commercianti

Cambia il nome, non la sostanza. «Ecopass è morto» dichiara il sindaco Pisapia dopo la riunione di giunta. Peccato che a un nome diverso - si chiamerà «area C» - corrisponda sempre la stessa sostanza: tassa di ingresso per la Cerchia dei Bastioni a 5 euro. Per tutti, tranne che per i commercianti. Alla fine, infatti, hanno vinto loro.
Il pressing sempre più stringente e le trattative più o meno segrete delle ultime settimane hanno dato i risultati sperati. Commercianti e artigiani hanno incassato quasi tutte le loro richieste: 3 euro a ingresso con sosta a pagamento o 5 euro con sosta per due ore gratis nelle strisce blu. Potranno scegliere l’opzione che preferiscono. La loro richieste? Ingressi scontati della metà - 2,50 euro - sotto forma di abbonamento da 100 entrate per 250 euro.
La soluzione è quello che a Palazzo Marino chiamano il «lodo Pisapia». Lodo che è riuscito nel miracolo di scontentare tutti e non accontentare nessuno: insoddisfatti gli artigiani, che ritengono di non aver avuto abbastanza, ancora più arrabbiati ecologisti, verdi, referendari che avrebbero preferito una congestion dura e pura. Sul piede di guerra Pdl e Lega che annunciano azioni contro l’ecotassa.