Stangata in vista per i consumatori

Nel 2006 si rischiano aumenti di oltre 90 euro a famiglia per le bollette della luce e del gas

da Milano

Se il prezzo del petrolio si manterrà sui 70 dollari al barile si annuncia una vera e propria stangata per le famiglie italiane. Dopo il rincaro di 150 euro dell’ultimo anno sulle bollette di luce e gas, gli aumenti per quest’anno potrebbero superare i 93 euro: 51,4 in più sulle tariffe dell’elettricità e 42 su quelle del gas. Secondo le stime dell’economista del centro studi Rie (Ricerche industriali energetiche), Davide Tabarelli, inoltre, già nel prossimo trimestre le bollette degli italiani diventeranno più salate di 25 euro.
A partire dal primo luglio si annunciano, infatti, rincari nell’ordine del 2% per il gas e fino al 3% per la luce. La nuova stangata, se confermata, porterebbe le bollette di luce e gas a sfiorare i 250 euro di aumento dalla fine del 2004.
Secondo un’associazione di consumatori come l’Adoc il salasso annuo per le famiglie potrà addirittura raggiungere i 383 euro. Una cifra che tiene conto non solo dei consumi energetici in senso stretto ma anche degli aumenti dei prodotti di largo consumo influenzati dai costi dell’energia.
In particolare secondo i calcoli dell’associazione l’aumento annuo a famiglia sarà di 60 euro sui pieni di benzina, di 123 euro su luce e riscaldamento, di circa 200 euro spalmati sui prezzi di tutti i prodotti di normale consumo che sono autotrasportati (dalla frutta e verdura alle carni, ma perfino ai mobili e ai vestiti).
Cifre analoghe, anche se leggermente diverse per un’altra associazione, la Federconsumatori, secondo cui nelle tasche degli italiani peserà l’aumento di 84 euro l’anno «per ricadute a causa dei costi di trasporto sulla determinazione dei beni di largo consumo». L’aumento andrà a sommarsi ai 96 euro l’anno pagati in più per fare il pieno di carburante e ai 100 euro in più per le bollette di luce e gas.