la stanza di Mario CerviIl volontariato è una grande risorsa per l'Italia in crisi di ideali

Caro dottor Cervi, ci siamo incontrati per il viaggio dei lettori del Giornale ad Abano, e le ho accennato all'iniziativa del «Libro Parlato». Poiché ha mostrato molto interesse le mando qualche ulteriore informazione. L'associazione «Libro Parlato» è stata promossa dal Lions di Milano centro. L'attività che svolgiamo è volta ad aiutare le persone non vedenti, ipovedenti, non in grado di leggere autonomamente. Persone che anziché leggere ascoltano i testi letti da altri. I libri che compongono la nostra biblioteca sono circa ottomila, spaziono in tutti i generi e sono udibili tramite C.D., P.C., tablet e smartphone, il tutto gratuitamente. Il nostro sito è www.libroparlatolions.it.
e-mail

Caro amico Sazio - perché amico la considero da questo momento in poi - anche a questo servono i viaggi del Giornale. A far conoscere la dedizione con cui cittadini degni davvero di questa qualificano si prodigano senza ricevere alcun compenso - nell'Italia dei parassiti burocratici bravissimi solo nel collezionare stipendi - per scopi nobili e civici. Nell'Italia stremata, disincantata, pessimista di oggi il volontariato, nelle sue molte forme, rappresenta una preziosa riserva di vitalità, di disinteresse, di altruismo. Ho saputo, e ne sono orgoglioso, che tra i «libri parlati» ce ne sono alcuni scritti da Montanelli e da me. Mi commuove il pensare che le parole da noi messe nero su bianco arrivino all'orecchio di chi ha la sventura della cecità. Ma ci sono cecità ben peggiori di quella fisica.