Stappare bollicine con la sciabola

Regola numero uno: quando si stappa una bottiglia di bollicine, il tappo non deve volare via facendo il botto. Però c’è l’eccezione, spettacolare, che discende dai generali di Napoleone e dagli ussari, quell’usare la sciabola per far saltare il tappo dello champagne. Vent’anni fa in Francia venne addirittura creata la Confrérie du Sabre d’Or, confraternita che conta ormai oltre trentamila associati nel mondo che si presentano avvolti in mantelle come fossero moschettieri, lato che piace a tanti ma non a tutti, tratto comune, quello del travestimento, che accomuna tante associazioni, golose e non. Venerdì scorso, rito che sarà bissato domani, lunedì 24 luglio, il relais foresteria Duca di Dolle a Rolle (Treviso), di proprietà della cantina Bisol di Santo Stefano di Valdobbiadene, 0423.900138, www.bisol.it. Due giorni fa sono stati festeggiati sedici nuovi cavalieri, abili nell’avere «separato il tappo dalla bottiglia con movimento elegante» come recita la filastrocca. La giornata è aperta al pubblico e tutti possono provare, prenotandosi allo 0438.975809. I pacifisti si consoleranno mangiando e bevendo bene.