Le star della musica in aiuto dei bambini

C’era una volta il «monello». Oggi, per effetto di quanto sostenuto dalle ultime ricerche scientifiche, quello che una volta era soltanto un bambino molto vivace rischia di essere additato come «diverso», e dunque passibile di essere curato con potenti psicofarmaci. Per sensibilizzare l’opinione pubblica e, dunque, per impedire che vengano effettuati screening psicopatologici di massa tra i bambini, a partire già dalle scuole materne, si terrà lunedì 12 novembre presso il teatro dell’Opera il «Galà dell’Infanzia» (ore 21). Ospiti della serata/spettacolo saranno, tra gli altri, grandi ospiti del mondo della musica e dello spettacolo come Ron, Giovanni Allevi, Daniela Dessì, i Pooh, Raffaele Paganini, Giorgio Gaslini, Manuel Frattini e Mogol. Promossa dalla campagna culturale «Perché NON accada» che si batte per la tutela dell’infanzia, la serata punta a fornire un’ampia e dettagliata informazione sulla presunta malattia denominata con l’acronimo ADHD (Attention Deficit Hyperactivity Disorder, ovvero il cosiddetto disturbo da deficit di attenzione e iperattività), ma soprattutto, ad offrire strumenti di valutazione indispensabili affinché ognuno possa farsi un’opinione e decidere in modo informato e responsabile. «Perché NON accada», in pratica, vuole evitare che, senza una completa informazione, si affermi anche in Italia una «cultura» che identifichi disattenzione e iperattività dei bambini come «malattia». Ideatrice, organizzatrice e madrina dell’evento è Elisabetta Armiato, prima ballerina alla Scala. Sul palco, diretti dal regista Pepi Morgia, con l’étoile saranno tanti artisti di caratura internazionale. Le musiche saranno eseguite da Èufoniarchè, orchestra diretta da Gabriele Bonolis. Il prezzo d’ingresso alla serata è di 100 euro (platea e palchi centrali 1° e 2° ordine), 70 euro (palchi di platea e 1° ordine laterali), 45 euro (palchi di 2° ordine laterali e balconata prima fila), 25 euro (palchi 3° ordine e balconata 2ª e 3ª fila) e 15 euro (galleria).