Stasera con il Cagliari la gradinata Sud fa il part-time del tifo

Capitan Palombo: «Due gare e la Sampdoria può tornare a guardare in su»

Questa sera (ore 20.30) a Marassi arriva il Cagliari, la bestia nera della Samp, e i tifosi, sempre per protestare contro le norme antiviolenza negli stadi, faranno il tifo part-time. La Sud sarà piena dal primo minuto, ma nel primo tempo i tifosi resteranno in silenzio.
Si deiceva bestia nera. Già perché basta andare un po' indietro con la memoria per ricordare i gol di Suazo contro i blucerchiati e le punizioni di Conti. Eppure se si guardano i numeri alla Sampdoria viene quasi da sorridere: i rossoblù isolani infatti non vincono a Marassi dal 1995/96: 2-1 in serie A. E poi c'è un altro aspetto non trascurabile: il cartellino giallo indirizzato domenica scorsa allo stesso Conti che così questa sera sarà squalificato, nonostante il Cagliari risulti essere la formazione più corretta della serie A 2006/07 con appena 42 ammonizioni subite in 26 giornate disputate. Poi c'è la questione della difesa: Walter Novellino intende infatti schierare ancora Pieri nella posizione di terzino sinistro, con Zenoni basso a destra. Del resto, anche in questo caso, i numeri sono a favore della Sampdoria, visto che il Cagliari non segna fuori casa da 261 minuti: l'ultima rete, guarda caso, è stata firmata da Suazo il 21 gennaio scorso, su rigore, in Catania-Cagliari 0-1.
Comunque sia la Samp non ha grandi alternative: deve ottenere sei punti nelle prossime due gare. Questo, almeno, è l'obiettivo di Angelo Palombo che questa sera vestirà anche la fascia da capitano, causa l'assenza di Francesco Flachi (ieri comunque presente alla rifinitura dopo la sospensione per la positività alla cocaina) e di Sergio Volpi, fermato ancora una volta dallo stiramento: «Con questa classifica - spiega il capitano blucerchiato - basta poco per tornare in alto, così come basta poco per ritrovarsi nelle zone basse. È chiaro però che per continuare a lottare per qualcosa di importante è necessario fare bene contro Cagliari e Palermo. Sei punti sarebbero fondamentali per riprendere la marcia. Raggiungere il nostro obiettivo sarebbe un sogno».
Però il centrale non si sbilancia: «È altrettanto importante restare con i piedi per terra, quando arriveremo ad avere qualche punto in più, allora sì che potremo guardare ai primi sette posti».
Novellino intanto non ha grandi alternative e questa sera contro i rossoblù punterà ancora su Maggio esterno di centrocampo con Franceschini (ma c'è anche una possibilità per Ziegler) dalla parte opposta. Inedita invece la coppia di centrali, visto che insieme a Palombo ci sarà Delvecchio. Davanti con Quagliarella ci sarà Bonazzoli, ancora vincitore nel ballottaggio con Bazzani.
Intanto il match contro il Palermo dovrebbe (ma il condizionale è d'obbligo) giocarsi sabato sera alle 20.30.