STASERA CHAMPIONS LEAGUE

Se non è un’ultima spiaggia poco ci manca. Ma per la Roma il match di questa sera (ore 20,45, diretta su Raidue) allo Stanford Bridge contro il Chelsea arriva nel momento sbagliato. Perché il 4-0 contro l’Inter pesa come un macigno. Va detto però che l’ennesima scoppola inglese in Champions potrebbe non significare granché (il secondo posto nel girone è a portata degli uomini di Spalletti dopo la vittoria a Bordeaux). Piuttosto è la perduta fiducia nei mezzi che va recuperata prima che sia troppo tardi. La vigilia del delicato impegno londinese di Champions restituisce però il sorriso a Francesco Totti che pure non nasconde le difficoltà del momento: «Siamo certamente preoccupati per i risultati che non vengono, ma la squadra è forte e sicuramente risalirà». «I nostri mali - prosegue il capitano giallorosso - sono i risultati che non vengono. In uno stadio così prestigioso vorrei fare 5 gol, ma non è semplice giocare contro una delle squadre più forti d’Europa». Spalletti predica prudenza: «Più che il Chelsea - dice - dobbiamo fare attenzione a combattere le nostre difficoltà. I nostri nemici sono le nostre difficoltà». Con tre punti, la Roma è a una lunghezza dalla coppia formata da Chelsea e Cluji. «Sappiamo quali sono i nostri problemi - continua -. Dobbiamo metterli a fuoco e superarli per scendere in campo con grinta». Le scelte dell’allenatore rischiano di essere influenzate dai problemi di alcuni giocatori. Perrotta ha dolore alle ossa e Juan è in forte dubbio. Per i bookmakers trattasi comunque di missione impossibile. Il successo dei giallorossi a Londra è infatti un’opzione che si gioca a 8 volte la scommessa \