Stasera entra Gerri Longo Concorrente non vedente

Domani un nuovo ingresso nella casa del Gf. E anche, in un certo senso, un colpo di scena. Gerri Longo, il concorrente non vedente che entrerà domani nella casa del Grande Fratello 9<br />

Roma - Domani un nuovo ingresso nella casa del Gf. E anche, in un certo senso, un colpo di scena. Gerri Longo, il concorrente non vedente che entrerà domani nella casa del Grande Fratello 9, è chiuso da una settimana in una stanza di hotel senza radio, tv, telefono e connessione internet ma ha intuito il clamore che ha suscitato l’annuncio del suo ingresso nel programma. "Un disabile in un reality è un fatto inedito - ha raccontato a "Tv Sorrisi e Canzoni" in edicola da domani - è naturale che se ne parli. E se hanno deciso di farmi entrare alla seconda puntata, credo sia anche per creare la notizia. Il fatto è che non è facile parlare di disabilità in tv. Rischi di scadere nel pietismo o di spettacolarizzare".

"Percepisco la luce" Longo, trentunenne cieco dalla nascita per un glaucoma congenito, vive a Roma e ha subito l’ultimo intervento nel 2007, un trapianto di cornea che gli permette di percepire la luce. Il neo concorrente ha sempre lottato per essere autonomo e per frequentare le scuole pubbliche e non gli istituti per ciechi. "Per scegliere cosa indossare - ha spiegato Longo - ho un piccolo apparecchio che mi fa distinguere i colori dei vestiti. Ho l’orologio parlante e nel computer e nel cellulare un programma di sintesi vocale per leggere qualsiasi testo, e-mail e sms. Da febbraio dell’anno scorso lavoro per l’Enac, l’Ente Nazionale Aviazione Civile".

"L'amore è cieco" Il ragazzo, che ha fatto esperienze teatrali, corsi di vela, di sci e di ju-jitsu ha scelto il reality per sfidare se stesso. "È una sfida solo personale - ha dichiarato - so che verrò criticato, magari da altri non vedenti. Tante volte mi sono sentito sussurrare alle spalle poverino. Poverino a chi? Se non mi conosci, se non sai nulla di me, come ti permetti? Poverino te, che ti fermi ai pregiudizi". E sul versante dell’amore Longo ha raccontato di aver avuto diverse storie. "Due quelle importanti - ha precisato - vado a pelle, uso qualche filtro ma dò sempre una possibilità perché credo nello scambio di esperienze. D’altra parte, l’amore è cieco, no?"