Ma stasera si pensa solo alla «partita perfetta»

Tutto esaurito, o quasi, per il debutto di stasera al Luigi Ferraris: la Samp sogna il colpaccio al cospetto dei campioni d'Italia dell'Inter e cercherà di sfruttare la spinta dei trentamila allo stadio. «Fortunatamente, giocheremo a Marassi, davanti al nostro pubblico che per me è il dodicesimo uomo in campo. Fossimo saliti a San Siro, avremmo avuto un ulteriore grado di difficoltà, invece nella nostra "casa" potremo dare davvero qualche cosa in più», ha spiegato Walter Mazzarri. La formazione iniziale? Il tecnico deve ancora sciogliere qualche nodo. «Ho tre dubbi, uno per reparto. Quel che è certo è che dovremo fare la partita perfetta, sperando che loro non siano al top. Ogni cosa deve andare per il verso giusto. I giocatori devono tenere un rendimento sopra la media, gli episodi devono girare a favore e i loro campioni non devono essere in giornata di grazia». Anche se alla fine Gastaldello dovrebbe essere preferito a Lucchini, Franceschini e favorito su Dessena mentre Delvecchio sarà probabilmente il trequartista che aiuterà Cassano sul fronte offensivo.
Come ha detto giustamente Mazzarri servirà la partita perfetta anche perché la Samp incrocerà lo sguardo con un certo Ibrahimovic: «E' il fenomeno dei fenomeni, dovremo essere attentissimi. Poi loro hanno più gare ufficiali nelle gambe, potrebbe essere uno svantaggio per noi». In casa blucerchiata si festeggiano anche le convocazioni di Daniele Dessena, chiamato da Casiraghi nell'Under 21 azzurra per le qualificazioni al prossimo Europeo di categoria, e Jonathan Rossini nell'Under 20 svizzera. E la Samp ha firmato anche l'intesa con uno sponsor per le partite di Coppa Italia e Coppa Uefa: accordo con Air One. Obiettivo volare lontano in Europa e intanto si inizierà con la formazione del Kaunas: gara d'andata il 17 settembre a Genova e ritorno il 2 ottobre in Lituania. Curiosità: Kaunas è la città di Marius Stankevicius. Per lui un ritorno a casa ma la festa deve essere tutta blucerchiata: «Non sarà facile anche se le possibilità per passare il turno le abbiamo. Dobbiamo essere pronti, concentrati, specialmente quando andremo in casa loro», ha spiegato l'ex laterale del Brescia. Mentre Mazzarri avverte: «E' una squadra con esperienza europea che viene dai preliminari di Champions (usciti per mano dell'Aalborg,ndr) dobbiamo fare molta attenzione. Avrei preferito la prima fuori casa»., ha concluso il tecnico.