È stata una Ryder Cup record vista da 750 milioni di persone

Evento secondo solo alle Olpimpiadi: 1200 giornalisti accreditati e 150 Paesi collegati

Maria Pia Gennaro

da Dublino

L'hanno ammesso i due capitani, Woosnam e Lehman, durante la cerimonia di chiusura: il grande protagonista della 36ª edizione della Ryder Cup è stato il pubblico. 45mila spettatori al giorno che hanno incitato incessantemente i giocatori rendendo il K Club di Dublino un'enorme arena. È questa la caratteristica della storica sfida: il tifo e il sostegno per le due squadre in campo con urla, fischi di incitamento, applausi ininterrotti che la rendono una gara ineguagliabile e unica al mondo. Non a caso è anche il secondo evento televisivo più seguito al mondo dopo le Olimpiadi estive. Moltissimi anche gli americani, stimati in oltre 10mila, fra i quali George Bush sr, Bill Clinton, Robert Redford, Johnny Depp, Michael Jordan, arrivato per sostenere i loro beniamini e riconoscibili dagli abbigliamenti più fantasiosi a stelle e strisce, dalla moltitudine di bandiere sventolanti, dai cori "U-S-A-, U-S-A" che rimbalzavano da una buca all'altra. Molta commozione durante la sfarzosa cerimonia di apertura dove centinaia di ballerini e artisti hanno raccontato la storia del golf in Irlanda sulle suggestive note della musica locale, del Paese che ha avuto nove anni per prepararsi all'evento e che ha superato ogni più rosea aspettativa.
La macchina organizzativa ha girato alla perfezione, nulla è stato sbagliato, nemmeno un secondo dei discorsi alla chiusura, ha «sforato» rispetto al programma previsto. Gli oltre 5mila volontari non hanno avuto nessuna difficoltà a seguire il programma previsto e ognuno ha svolto la propria mansione come se fosse il lavoro abituale: i 1500 fra addetti al traffico e i parcheggiatori delle 13.500 vetture, i 1200 marshal e i responsabili della sicurezza, gli oltre 2500 addetti al catering, le 50 hostess, i 150 autisti dei 75 autobus per il trasporto di pubblico e stampa, i 200 ai tabelloni, gli altrettanti addetti alle tribune e agli impianti elettrici, i 60 giardinieri, i 600 montatori delle strutture fra cui le 24 tribune per 16mila posti, i 103 al pronto soccorso che hanno curato i moltissimi infortuni provocati dal terreno scivoloso, i 108 cassieri al Merchandise Shop che ha venduto per oltre 60 milioni di euro. La Ryder Cup è un evento mediatico che porta oltre 130 milioni di euro in quattro giorni e dalle altre cifre impressionanti come i 1200 giornalisti accreditati, i 150 Paesi collegati per 750 milioni di spettatori, i 900 fra commentatori e tecnici televisivi, le 2000 linee telefoniche dedicate. Anche il giro delle scommesse di oltre 50milioni di euro, è superiore di quello di tutti e quattro tornei Major dell'anno. Quest'anno è stato l'anno dei record, anche per lo scommettitore inglese che ha fatto la più alta puntata in un torneo di golf: 366mila euro sulla vittoria degli Usa. La sua vincita sarebbe stata di 805mila euro. Gli è andata male, ma buon per l'Europa che ha stravinto eguagliando il punteggio del maggior distacco!