Statali Ok del governo ai contratti, aumenti in vista

Aumenti contrattuali in vista per i dipendenti statali. Con il via libera del Consiglio dei ministri che ha approvato i tre contratti collettivi del settore - ministeri, agenzie fiscali e scuola - e in attesa del successivo via libera della Corte dei conti, che si riunirà mercoledì prossimo, la partita contrattuale per il biennio economico 2008-2009 sta per essere sottoscritta anche dall’Aran. A breve, quindi, entreranno nella busta paga di un milione e mezzo di impiegati gli incrementi salariali, che oscillano tra i 70 e gli 80 euro. «È un grande successo», commenta il ministro della Pubblica amministrazione e Innovazione, Renato Brunetta, auspicando la chiusura, nel giro di poche settimane, anche dei contratti riguardanti gli enti locali e la sanità, oltre a quello della ricerca. Ieri è arrivata anche la firma del contratto dell’università, ma ancora una volta senza la Cgil, che già non aveva siglato le altre intese nel pubblico impiego dopo il no al protocollo del 30 ottobre scorso.