Statali, siglato l’accordo: 101 euro in più in busta paga

Firmato l’accordo per il rinnovo contrattuale degli oltre 200 mila dipendenti ministeriali. L’intesa tra l’Aran e i sindacati siglata ieri prevede un aumento medio di 101 euro a regime, di cui una parte andranno alla produttività. I premi saranno dati agli uffici «promossi» dai cittadini. Arriveranno anche premi al merito individuale: «Ancora più importante delle giuste aspettative dei lavoratori - spiega Rino Tarelli, segretario per la Funzione pubblica della Cisl - è che si comincia ad applicare la produttività anche sul piano individuale. È previsto uno strumento di servizio per la qualità, e la formazione non sarà più limitata alle aspettative di carriera, ma connessa all’erogazione di servizi più efficaci». Esprime soddisfazione il segretario della Fp-Cgil, Carlo Podda, che pure segnala «un ritardo nella chiusura della vertenza per il quale il governo porta responsabilità importanti». Per il sindacalista l’accordo è significativo per i lavoratori ministeriali, ma rappresenta un punto di riferimento anche per gli altri comparti: «Speriamo che questa firma porti a un rapido volgimento dell’intera stagione contrattuale nel pubblico impiego perché oltre due milioni di lavoratori ancora non hanno il contratto».