Gli Stati Uniti: "Già sepolto in mare" Ma gli imam: "Contrario al Corano"

Scontro sulla decisione di seppellire il corpo di Bin Laden in mare. Gli Usa: "Funerale islamico sul ponte della portaerei, decisione dettata dalla volontà di non creare un luogo di culto per gli estremisti
islamici&quot;. Ma gli imam si ribellano: &quot;E' contrario alla nostra religione&quot;<a href="/bin_laden/i_talebani_vendetta_stati_uniti_paura_cristiani_pakistan_allerta/usa-cronaca-terrorismo-attacchi-qaeda-vendetta-allerta-scuole-attentati-osama_bin_laden-cristiani/02-05-2011/articolo-id=520517-page=0-comments=1" target="_blank"></a>

Il Cairo - La sepoltura in mare del corpo di Osama bin Laden viene duramente contestata dall’Università egiziana di Al Azhar, secondo la quale la pratica non è in linea con i dettami della religione musulmana. Dello stesso avviso del portavoce della più alta autorità dell’Islam sunnita è anche Mario Scailoja, presidente della sezione italiana della Lega musulmana mondiale, che all’Agi ha ricordato come "la sepoltura in mare, così come la cremazione" sia vietata dall’Islam. "Il corpo - ha spiegato - deve essere inumato nella nuda terra, avvolto in un telo, entro ventiquattr'ore dal decesso".

Nessun luogo di culto per gli estremisti Il funerale alla salma di Osama Bin laden, secondo il rito religioso islamico, si è tenuto sul ponte di una portaerei Usa nel nord del Mar Arabico. La ragione che ha spinto gli americani a sepellire Osama in mare è da ricercare nella volontà di non creare un luogo di culto per gli estremisti islamici. Le autorità Usa non hanno confermato la notizia ma una portavoce americana, parlando con la televisione pan-araba al Arabiya ha fatto capire che la sepoltura in mare è plausibile perché "non ci sarebbe nessun Paese disponibile ad accettare la salma". L’Arabia Saudita, dove vive la famiglia allargata di Bin Laden, ha esplicitamente rifiutato il corpo perché il luogo di sepoltura sarebbe potuto diventare un santuario per i molti seguaci dell’Islam radicale nel regno wahabita. Simile preoccupazione in Pakistan, il cui governo tra l’altro è in gravissimo imbarazzo dopo il ritrovamento di Bin Laden a due passi da Islamabad.  

La sepoltura contraria al Corano "Se è vero che il corpo è stato gettato in mare, allora l’Islam è totalmente contrario a questo", ha commentato Mahmud Azab, consigliere del grande imam dell’Università di Al Azhar, Ahmed al-Tayeb. "Ogni corpo, che sia di qualcuno assassinato o morto per cause naturali, deve essere rispettato", ha insistito. Gli americani avrebbero deciso a favore della sepoltura in mare per evitare che la tomba di bin Laden si trasformasse in una meta di pellegrinaggio. Inoltre, la salma sarebbe stata rifiutata sia dall’Arabia saudita che dal Pakistan. Fonti americane hanno insistito che la sepoltura in mare è in accordo con la tradizione islamica.