Stati Uniti, il Maine dice no ai matrimoni gay

Dopo la California, un altro Stato americano boccia le nozze tra persone dello stesso sesso

No ai matrimoni gay. Dopo la California, tocca al Maine, e presto toccherà probabilmente al New Jersey, che ha appena eletto un nuovo governatore, Chris Christie, un repubblicano contrario alle unioni omosessuali. Lo Stato americano che confina con il Canada, considerato tra i più liberal degli Stati Uniti, ha detto di no per referendum ai matrimoni tra persone dello stesso sesso, abrogando una legge varata dal Parlamento locale e firmata dal governatore italo-americano e cattolico John Baldacci.
Com'è successo in California, gli oppositori alle unioni gay sono riusciti a mobilitare gli elettori, e ancora una volta è stato determinante il ruolo svolto dalla Chiesa Mormone, che ha investito ingenti mezzi nella campagna elettorale per la cosiddetta Question 1. I sì all'abrogazione sono stati il 53% circa, i no il 47%.
Ma, contrariamente alla California, i matrimoni gay non erano diventati legali in seguito a una decisione giudiziaria, come era successo anche in altri cinque Stati tra cui il Massachusetts, il primo a riconoscere le unioni tra persone dello stesso sesso.
In Maine è stato il Parlamento locale, su iniziativa propria, a dare il via libera, e il governatore aveva firmato la legge (la cui entrata in vigore era stata però ritardata in attesa del referendum) spiegando che sull'argomento aveva cambiato idea dopo una lunga riflessione, lui che da cattolico era inizialmente contrario.
Lo Stato al confine con il Canada è diventato così il 31mo degli Stati Uniti a respingere i matrimoni omosex per referendum. Altri cinque stati - Massachusetts, Connecticut, Iowa, New Hampshire and Vermont - hanno legalizzato i matrimoni omosessuali per verdetto di tribunali o azioni legislative.
Il voto del Maine, al termine di una intensa campagna elettorale, è stato particolarmente scoraggiante per i movimenti dei diritti dei gay, anche perché i sondaggi avevano suggerito che l'esito sarebbe stato fino all'ultimo sul filo del rasoio.