Gli Stati Uniti schierati contro il gioco on-line

Washington. Nuovo attacco degli Stati Uniti al gioco online. È stata presentata dal senatore dell’Arizona Jon Kyl, un forte oppositore del gioco su Internet, una proposta di legge che mira a vietare agli enti bancari e di carte di credito di accettare transazioni con i gruppi che offrono di giocare online.
Visto che gli Stati Uniti non possono vietare direttamente il gioco via internet, diversi senatori stanno tentando di combattere il settore negando alle banche la possibilità di accettare transazioni concernenti le scommesse online.
Il senatore Kyl ha dichiarato di avere anche il sostegno dell’American Gaming Association (AGA), che rappresenta i casinò sparsi sul territorio statunitense.
Vietando il gioco sui casinò online e sui siti di betting, si eliminerebbe infatti la concorrenza più forte alle case da gioco.
Il Dipartimento di Giustizia statunitense ha già fatto pressioni in tal senso su diversi enti bancari, tra i quali Bank of America, Chase e l’American Express.

Annunci

Altri articoli