Stato di allerta: previsti attentati

Gerusalemme. Ieri, a due giorni dal voto, Israele ha elevato lo stato di allerta in previsione di attentati kamikaze palestinesi. I servizi di sicurezza hanno avvertito che 70 attacchi sono in preparazione, a stadi più o meno avanzati, sedici dei quali ritenuti in fase conclusiva. Il timore è che organizzazioni palestinesi cerchino di insanguinare le operazioni di voto con attacchi o rapimenti. L’esercito ha deciso di prolungare a oltranza la chiusura totale dei Territori, dove la situazione resta tesa. Nella notte tra sabato e ieri un palestinese di 16 anni è stato ucciso da soldati israeliani. Sembrava, hanno detto, che il giovane stesse piazzando una bomba.