Lo Stato che per vincere fa shopping in Africa

Forte dei suoi giacimenti petroliferi, il Bahrein ha naturalizzato parecchi mezzofondisti, negli ultimi anni, proprio per vincere a tutti i costi. Offre soldi agli atleti, soprattutto africani, keniani in particolare, per arrivare a trionfare nelle manifestazioni più importanti. C’è già riuscito con Maryam Yusuf Jamal, nata in Etiopia, campionessa mondiale dei 1500 metri, al Mondiale di Osaka 2007. Fra tutti questi staterelli, è quello con maggiori possibilità di arrivare sul podio. Ha avuto il Gran Premio di Formula Uno, adesso vuole aggiudicarsi una medaglia olimpica. Ai passaportati cambia nome, Maryam Yusuf Jamal in realtà si chiama Zenebech Tola. Altro naturalizzato importante è Yusuf Saad Kamel, protagonista degli 800 al recente meeting di Montecarlo, che ha chiuso a parimerito con il campione olimpico Yuri Borzakovskiy, russo. Lui è nato in Kenia. Gli africani che in patria non riescono a sfondare o i migliori delle specialità vengono tentati dai dollari asiatici e non sanno resistere.