Ma lo Stato gli deve oltre cento milioni

Lo persegue penalmente, lo accusa di corruzione e lo tiene in carcere. Ma gli deve più di cento milioni di euro. A tanto ammonta - secondo il quotidiano economico «Italia Oggi» - il credito che l’impresa di Alfredo Romeo vanta nei confronti dello Stato italiano. Insomma, dall’ultimo bilancio della Romeo Gestioni, emerge questa singolare cifra: gli enti pubblici devono all’imprenditore finito nel mirino della Procura di Napoli 101 milioni di euro. Crediti dovuti a numerosi lavori commissionati da Polizia, Comuni, Regioni: restauro delle caserme napoletane Iovino e Nino Bixio, gestione di 70 unità immobiliari, il progetto «Grande viabilità» a Roma. Una grande mole di interventi che ha permesso all’impresa di passare da un fatturato di 128 milioni ai 145 del 2007. Parallelamente, crescono anche i debiti tributari nei confronti dell’Erario, passati da 6 a 13 milioni: la maggioranza è rappresentata dall’Iva di cassa, che verrà versata quando le amministrazioni pubbliche salderanno le fatture.