Lo Stato francese si chiama fuori

Il primo ministro francese, François Fillon, ha respinto le accuse che vedrebbero un coinvolgimento dello Stato nella vendita di azioni Eads da parte di dirigenti o ex dirigenti del consorzio dell’Airbus. «Le colpe attribuite ad alcuni membri di Eads sono particolarmente gravi», ha detto Fillon durante un question time in Parlamento. «Lo Stato - ha aggiunto - non è in alcun modo coinvolto nelle manovre che hanno portato azionisti privati a vendere titoli Eads». Su alcuni dirigenti di Eads e gruppi come Daimler e Lagardere pesa l’ombra di insider trading per aver ceduto azioni di Eads essendo a conoscenza delle difficoltà del consorzio.