Lo Stato non deve essere complice di auto-omicidio

Caro direttore, un'enormità di moralisti per giustificare la loro contrarietà all'eutanasia tirano in ballo i nazisti: un po' poco ma, soprattutto, molto comodo e, forse, anche ipocrita. Perché non hanno il coraggio di dire, a chi non ce la fa più a sopportare il dolore e la perdita della propria dignità, che cosa veramente pensano: devi continuare a soffrire finché creperai, io farò tutto il possibile per importelo lottando contro una legge che te lo eviti? Per quale motivo devi continuare a soffrire: perché io ritengo di avere il diritto di importi la vita. Dire la semplice verità.

Roberto Bellia

Caro Roberto, beato lei che ha queste granitiche certezze. Il fatto che la vita non sia nella nostra disponibilità è uno dei cardini della civiltà cristiana e occidentale che la distingue da altre che ritengono la vita un bene non assoluto. I cardini, ovviamente, possono essere rimossi, cosa che stiamo già facendo in più campi, ma ho paura che andando avanti così alla fine si scardinerà quell'ordine morale e civile che è stato per duemila anni il collante che ci ha tenuto in piedi. Mettere fine alla propria vita è un atto estremo che merita rispetto e sfugge a ogni giudizio. C'è chi si uccide per paura, chi per vigliaccheria, chi per sfuggire al dolore, chi per sconforto o depressione. E fin qui resta un fatto personale per evitare il quale poco possiamo fare, perché rientra nel libero arbitrio degli uomini. Ma può uno Stato farsi carico di queste angosce al punto da agevolare il suicidio introducendo di fatto una pena di morte autoinflitta? E chi decide gli standard necessari? Chi può obbligare uomini a dare il colpo di grazia ad altri uomini, di fatto a reintrodurre la categoria professionale del boia? Pur non avendo certezze la cosa mi fa paura. Non riesco a concepire un «ufficio suicidi» come si trattasse di quello «oggetti smarriti». Nel mistero della vita è contemplata, purtroppo, la sofferenza. Lo Stato ha il dovere di provare ad alleviarla ed assisterla. Non credo quello di eliminarla assieme al portatore.