È stato un passante a fermare il killer Delfino

Sono trascorse soltanto due settimane e la rabbia è sempre la stessa. Come il dolore. Ma nel cuore di Rocco Multari, padre di Maria Antonietta, la commessa di 33 anni massacrata a Sanremo con quaranta coltellate dall’ex fidanzato Luca Delfino, c’è spazio per un sentimento di riconoscenza che durerà per sempre. Quello verso l’uomo, un passante, che ha disarmato l’assassino di Maria Antonietta. Rischiando la pelle. Si chiama Sandro ed è un autotrasportatore di Sanremo l’uomo che «arrestato» Delfino. «Mi ci sono piazzato davanti con l’automobile - racconta -, sono sceso e gli ho detto: stai fermo lì e getta il coltello. Lui mi ha risposto: va bene, ma almeno chiama un’ambulanza perché sono ferito». «C’è solo una persona che merita di essere ringraziata in tutta questa vicenda - ha spiegato papà Rocco -. È il signor Sandro (...)