Stavolta applausi ai Radiohead Ecco il rock che ha buon senso

Lui da solo nella sua bella stanzetta. Quell’altro nel minidormitorio. Lui va a scuola, mangia, gioca, si riposa. L’altro appiccica suole alle scarpe in uno schifoso laboratorio. Sono due bambini, due destini resi diversi dalla moderna schiavitù, il traffico di esseri umani. Stavolta i Radiohead non gettano parole nel vento della retorica. E nel video di All I need, girato dai premi Oscar John Seale e Steve Rogers (in onda dal primo maggio su Mtv a sostegno della campagna Exit), mettono letteralmente in parallelo sullo schermo due vite: una normale e l’altra schiava. E alla fine ci si commuove quando il bambino normale si toglie le scarpe e fa capire che sono quelle preparate dallo schiavo. È una tragedia silenziosa su cui anche il rock ora prova ad alzare il volume. E speriamo bene.

RADIOHEAD - All I need