Stavolta il bianco fa «glamour» Marina con il collier di papà Silvio

«Per favore, massima sobrietà» avevano chiesto gli organizzatori della prima della Scala. Ovviamente nei limiti di un gran galà. Non ci si poteva aspettare certo di veder arrivare le prime donne con addosso un abito qualunque. La prima a infrangere le regole è Valeria Marini che si presenta a teatro senza cavaliere e strizzata in un abito rosso porpora. Una bomba sexy, a cui la iena Enrico Lucci non può resistere. Irriverente come sempre, Lucci le si inginocchia accanto e tenta di baciarle il fondoschiena. «Non c’è un clima di sfarzo - commenta lei, guardando i toni un po’ più contenuti del parterre rispetto agli anni passati - ma è elegante. È diverso». Altra regola infranta: l’attrice Valentina Cortese si presenta in abito viola, sfidando tutte le regole scaramantiche di chi va in scena.
Marina Berlusconi arriva nel foyer accompagnata dal marito, il ballerino Maurizio Vanadia, che alla Scala è di casa. Elegantissima, indossa un prezioso collier. «Me lo ha regalato mio padre» confessa. La presidente di Mondadori conclude la sua lunga giornata con la «Carmen» dopo essere stata premiata con l’Ambrogino d’oro, il riconoscimento milanese, ricevuto per le sue capacità da imprenditrice. E non a caso indossa un abito firmato proprio da Dolce e Gabbana, i suoi compagni di Ambrogino.
John Elkann, vicepresidente della Fiat, varca la soglia del teatro accompagnato dalla moglie Lavinia Borromeo: elegantissima, sfoggia una frangetta bionda e un prezioso abito di pizzo bianco. E per l’appunto il bianco si rivela il colore della nuova eleganza da prima della Scala. Non è l’unica infatti a scegliere un look chiaro. In bianco e argento, con tanto di pelliccia, anche Marta Marzotto, totalmente in bianco Bedi Moratti.
Corrado Passera, numero uno di Intesa Sanpaolo, tiene a braccetto la compagna Giovanna, che indossa un elegante vestito verde petrolio e un coprispalle in pelliccia e raso nero. Tra le coppie «non ufficiali» spiccano Alessandro Cecchi Paone, cavaliere della biondissima Sabrina Negri, l’ex moglie del leghista Calderoli, di rosa vestita, nota al pubblico del piccolo schermo come critica-tutto lanciata da Chiambretti.
Lo stilista Lorenzo Riva sfoggia un look senza dubbio originale e si presenta all’evento dell’anno con mantello nero e scarpe di raso rosso. Al suo fianco la nota melomane Daniela Javarone, da lui vestita con un abito lungo e una preziosissima parure di gioielli.
Tra gli ospiti vip anche Artur Artom, il re della Adsl via satellite, in compagnia della moglie, Alessandra Repini, abito dorato e senape in cady e scialle nero. In tanti nel foyer cercano con lo sguardo lo scrittore Dan Brown, autore del «Codice Da Vinci». E lui, uno dei vip più attesi della serata, la butta lì: «Non escludo di scrivere un libro ambientato alla Scala».
Tra gli abiti più eleganti, quello del sindaco di Milano, Letizia Moratti, perfetta «padrona di casa»: come da tradizione, lady Letizia indossa Armani: velluto, color verde smeraldo, scollatura e maniche in organza, cappa e scialle sempre sugli stessi toni. L’imprenditore Adriano Teso è affiancato dalla moglie Laura, abito nero arricchito da guanti e scarpe rosse.