Stavolta la Roma non crolla Ma la castiga ancora Rooney

MANCHESTER UNITED
6 KUSCZAK. Rileva il titolare, larovo ordinario.
6 O’SHEA. Difensore di fascia grezzo ma solido.
6 VIDIC. Muove braccia e gambe e chiude i varchi.
6,5 FERDINAND. Perno straordinario della difesa.
6,5 EVRA. Sulla fascia sinistra con Nani spadroneggia nonostante Cicinho.
6,5 CRISTIANO RONALDO. Il fenomeno portoghese è sempre l’uomo che vale il prezzo del biglietto Lui dà spettacolo anche quando cade. Anche quando segna i gol che vengono annullati.
6 CARRICK. Alla mezz’ora del secondo tempo stende Mancini in area e per molti è rigore.
6,5 SCHOLES. Per capire che il Manchster sta crescendo bisogna guardare lui.
6,5 NANI. Ha il merito del passaggio che mette Rooney in gol.
7 ROONEY. Segna con torsione fenomenale, prende colpi e li restituisce, decide la partita dimostrandosi il migliore dei suoi.
5 SAHA. Poco visibile
(21’ st Tevez 6,5 l’apache cambia la partita).
All. Ferguson 7. Cambia tutto e rivince.
ROMA
5,5 CURCI. Sostituisce Doni colpito da gastroenterite a poche ore dall’inizio. Fortunato quando azzarda un dribbling su Rooney e quando Nani colpisce la traversa.
6 CICINHO. L’emergenza lo costringe in campo tiene la fascia con autorità.
5,5 JUAN. Sta molto attaccato a Rooney impedendogli di prendere velocità.
6 MEXES. Si alterna con Juan sulla punta centrale. Sul finire del primo tempo gli parte una zoccolata che stende Rooney e gli garantisce un giallo.
5,5 TONETTO. Manovalanza, ma è quello che gli chiede Spalletti.
5,5 DE ROSSI. Si mette a disposizione di chi è in difficoltà ma non fa una grande gara.
5,5 AQUILANI. Meno continuo di De Rossi ma più ispirato. (Dal 16’ st Pizarro 5).
5 GIULY. Corre e gira a vuoto (Dal 35’ st Esposito 5).
5,5 PERROTTA. Fa delle cose, gli riesce poco. Sbaglia un altro gol.
5,5 MANCINI. Quando parte sembra che tiri giù i muri, poi si accascia.
5,5 TOTTI. Ernie, placche, sciatalgie: non è possibile fermare il capitano e farlo guarire?
All. Spalletti 5,5. Perde ma è anche sfortunato. Manda in campo una Roma completamente diversa da quella di un anno fa, ma alla resa dei conti il risultato è un’altra sconfitta
Arbitro. Mejuto Gonzales 6. Ferma Mancini in posizione regolare dopo pochi minuti.