«La stazione Termini è un’enorme kasbah»

«Stamattina (ieri, ndr) abbiamo effettuato un sopralluogo presso la stazione Termini, un quadro avvilente, una vera kasbah tra mendicanti, borseggiatori, barboni, e bambini rom che chiedono l’elemosina. Ecco è il biglietto da visita che Roma offre ai turisti». Lo denunciano il consigliere comunale di An Fabio Schiuma, i consiglieri municipali Giulio Celi, Antonio Aumenta e Valerio Moretti, il consigliere provinciale Alessio Nardini, dopo il sopralluogo. «Per non parlare poi - aggiungono i consiglieri di An - dei nuovi sportelli d’informazione completamente abbandonati a loro stessi e del continuo abbordaggio di tassisti abusivi a danno dei turisti. A tutto ciò si oppone solo un sparuto numero di vigili urbani, visto che la security privata, che dovrebbe tutelare i passeggeri dai malintenzionati senza però potere intervenire, si limita di fatto solo a controllare che la gente non cada o si butti sui binari».